Come trattare il moccio in un bambino fino a un anno

Nessuno è immune dal freddo, tuttavia, se un adulto capisce cosa ha causato e come affrontare questo problema, il neonato non solo non ha alcuna possibilità di dire cosa ha causato la sua rinite, ma anche di alleviare in qualche modo le sue condizioni. Peggio ancora, i bambini sono molto vulnerabili a causa dell'incapacità di trovare la migliore medicina per loro e la mancanza di difese naturali. Come curare il moccio in un bambino fino a un anno?

Perché un neonato ha il naso che cola?

Perché un neonato ha il naso che cola?

Non ha senso trattare il moccio direttamente: anche se il muco smette di allontanarsi dai passaggi nasali, non vi è alcuna garanzia che questo allevierà le condizioni del bambino. Il naso può rimanere soffocante, o il bambino può essere disturbato da qualcos'altro, più pericoloso. Pertanto, se un bambino che non ha ancora compiuto 1 anno, si muove in streaming, devi prima capire cosa li ha causati. Ed è con questo prerequisito per iniziare la lotta.

  • Il naso che cola più semplice che non rappresenta un pericolo è quello che più spesso accompagna il pianto attivo, quando il liquido abbondante dai canali lacrimali provoca l'infiammazione della mucosa nasale. È sufficiente assicurarsi che il bambino non soffochi con il suo moccio, cioè pulisci il naso in tempo e cerca di calmarlo.
  • Nei neonati, un naso che cola è a volte un processo naturale al momento dell'attivazione delle ghiandole salivari (all'età di 1-2 mesi di vita), così come la dentizione. Non è richiesto alcun trattamento, la condizione è normalizzata in modo indipendente.
  • È possibile la rinite allergica, che è una reazione a polvere, polline, prodotti chimici domestici, odori o cibo. Spesso, allo stesso tempo, il bambino starnutisce spesso, il suo respiro è difficile con il naso, e il muco, che si separa dai passaggi nasali, non ha un colore, è assolutamente trasparente e molto fluido. Qui è necessario trovare un allergene, altrimenti tutte le azioni terapeutiche saranno una "guerra con i mulini a vento".
  • Un naso che cola infetto, ovviamente, causa il maggior numero di problemi ed è il più pericoloso: la rinite prolungata si trasforma in sinusite e spesso causa complicanze in forma di otite. È necessario riconoscere la malattia anche allo stadio di un naso sniffing, da cui il moccio comincia a fluire: prima i bianchi, a poco a poco diventano giallastri e poi verdastri, diventano più spessi e più abbondanti. Un bambino in questo stato di solito non riesce a respirare attraverso il naso, il che interferisce con il suo sonno e la procedura di alimentazione.

Per parlare di quest'ultimo, il caso più difficile, si dovrebbe prestare attenzione ai sintomi aggiuntivi: aumento della temperatura anche fino a 37 gradi (se questo non è un fenomeno a breve termine durante la dentizione), aumento delle secrezioni mucose, tosse e respiro sibilante in gola. Tutti questi punti indicano un'infezione con cui è urgente iniziare il combattimento.

Come trattare la rinite in un bambino fino a un anno?

Come trattare la rinite in un bambino fino a un anno?

La terapia per i bambini non comporta quasi l'uso di droghe, perché a questa età è impossibile prevedere la risposta del corpo alle droghe artificiali. Se devi passare ai farmaci, lo fanno solo sotto la supervisione di un medico. I genitori stessi dovrebbero essere impegnati nel rafforzare l'immunità generale dei loro figli e alleviarne le condizioni.

  • Non usare per il trattamento del moccio in un bambino che ha 1 anno (o meno), farmaci vasocostrittori: in primo luogo, farà seccare le mucose, e in secondo luogo, la probabilità di una reazione allergica è alta. Affinché il bambino non abbia problemi di respirazione, è necessario succhiare il muco dai passaggi nasali con una speciale "pera", così come massaggiare lungo i punti alle ali del naso.
  • Le inalazioni del nebulizzatore possono anche essere usate per trattare le vie respiratorie. È possibile utilizzare il classico inalatore di vapore, che ha versato il decotto a base di erbe, ma qui è importante fare attenzione che il bambino non si bruci con il vapore caldo.
  • Il risciacquo del naso con acqua di mare (salina, bassa concentrazione) consente di disinfettare la mucosa, asciugarla e rimuovere la congestione nasale. Tra questi farmaci, Aqualoise e Aquamaris si sono dimostrati buoni, ma puoi semplicemente diluire 1 cucchiaino. sale grosso in 1 litro di acqua calda. Il più piccolo si raccomanda di non fare il lavaggio, ma per inserire i passaggi nasali, tamponi di cotone imbevuti in acqua salata per 5-10 minuti. Lo stesso liquido può essere instillato 1-2 gocce fino a 5-6 volte al giorno.

Riassumendo, vale la pena di richiamare la vostra attenzione sul fatto che il trattamento deve essere diretto non al moccio, ma alla causa principale, e dovrebbe essere effettuato secondo la diagnosi stabilita. L'uso di droghe, ad eccezione delle soluzioni saline, senza la supervisione di un medico non è raccomandato, ed è meglio non ricorrere al vasocostrittore se non assolutamente necessario.

Aggiungi un commento