Stringe lo sterno nel mezzo e ansima

Il dolore al petto può manifestarsi in modi diversi. Può essere a breve termine, premendo o cucendo. Il dolore può andare dal collo allo sterno, essere diffusi o localizzati. Tale dolore ha un'origine diversa, ma in ogni caso, dovrebbe essere una ragione per un trattamento urgente da parte del medico. Allora perché la pressione nello sterno nel mezzo e cosa fare?

Cosa causa dolore al petto?

Cosa causa dolore al petto

Ci sono molte cause di dolore al petto, ma i più inquietanti sono il cuore e il polmone. Consideriamoli.

Malattie cardiovascolari

Varie condizioni cardiache possono portare a dolore al petto, che a volte si manifesta sotto forma di leggero disagio e crampi. Il dolore può anche causare una sensazione di piercing che si irradia al collo, alla mascella, alle spalle e alle braccia, specialmente a sinistra. Questa condizione può durare per diversi minuti, peggiorare durante l'esercizio e diminuire a riposo. Alcuni hanno un dolore pressante nel mezzo dello sterno con una sensazione di pesantezza e difficoltà di respirazione.

Se il petto fa male nel mezzo, i motivi possono essere molto diversi:

  • Infarto o infarto miocardico. È accompagnato da intenso dolore intenso e richiede cure mediche immediate.
  • Dissezione aortica, quando il sangue cade tra gli strati delle sue pareti e li espone a ulteriori distruzioni.
  • Pericardite, cioè infiammazione della mucosa attorno al cuore - il pericardio.
  • La miocardite è un'infiammazione del cuore stesso.
  • La cardiomiopatia ipertrofica è una malattia che causa l'ispessimento delle pareti cardiache.

Sintomi simili possono indicare una malattia coronarica acuta. In questo caso, il verificarsi del dolore si verifica durante l'esercizio o lo stress. A differenza del dolore di origine muscolo-scheletrica, non aumenta con la palpazione. Questa condizione è chiamata angina pectoris. Questa è una malattia cronica che può portare ad un attacco di cuore. Circa il 4% degli adulti con malattia coronarica è suscettibile all'angina.

Una patologia particolarmente pericolosa è l'embolia polmonare. Questa è un'ostruzione completa o parziale delle arterie polmonari con coaguli di sangue, di solito dalle estremità inferiori. Questa condizione è solitamente accompagnata da dolore acuto e talvolta ricorrente. Spesso c'è mancanza di respiro, disagio, perdita di coscienza è possibile. In questo caso, la diagnosi deve essere fatta molto rapidamente, perché c'è un alto rischio di morte.

Altre patologie

stringe lo sterno nel mezzo e ansima

Se la pressione nello sterno è nel mezzo ed è difficile respirare, può essere causata da patologie polmonari, come:

  • pleurite;
  • la polmonite;
  • pneumotorace;
  • ascesso polmonare;
  • bronchite acuta nel contesto della tosse, spesso accompagnata da febbre.

Il dolore allo sterno può anche essere causato dalle seguenti patologie:

  • reflusso gastro-esofageo, accompagnato da bruciore di stomaco;
  • malattia dell'esofago, spasmo;
  • ulcera allo stomaco;
  • pancreatite con colica biliare;
  • dolore muscolare, mialgia;
  • dolore alle ossa, come una costola rotta;
  • nevralgia intercostale;
  • ernia del disco;
  • osteoartrite della colonna vertebrale;
  • ansia cronica, nevrosi cardiaca e attacchi di panico;
  • sindrome della parete toracica anteriore.

Come dare il primo soccorso?

Tutto dipende dalla causa del dolore. In tutti i casi, inoltre, quando una sensazione spiacevole crea stress, il dolore al petto ricorda la condizione del cuore. Prima di tutto, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza e poi seguire queste raccomandazioni:

  • Senza cadere nel panico, abbassa il paziente, sollevando la testa e assicurando l'accesso all'aria fresca.
  • Per alleviare l'eccitazione, è possibile utilizzare i sedativi sotto forma di gocce, come "Valocordin".
  • È necessario misurare la pressione e la frequenza cardiaca del paziente. Controllare questi indicatori periodicamente ogni 7 minuti.
  • Sotto pressione ridotta, la nitroglicerina è controindicata, in altri casi una compressa sotto la lingua non fa male.
  • Senza fallo, il paziente dovrebbe masticare una pillola di aspirina. Il farmaco ridurrà la coagulazione del sangue e migliorerà la condizione della zona interessata del cuore con un possibile infarto miocardico.
  • Se il paziente è in uno stato di incoscienza, non ha polso e respiro, dovresti immediatamente iniziare le azioni di rianimazione. Applica un pugno acuto al centro del torace e inizia un massaggio cardiaco indiretto con la respirazione artificiale. Le azioni dovrebbero essere eseguite mettendo il paziente su una superficie rigida e uguale.

Diagnosi della malattia

scoprire la vera causa del dolore nello sterno

Per scoprire la vera causa del dolore nello sterno, i medici conducono una serie di attività diagnostiche:

  • Tutti i pazienti fanno un elettrocardiogramma per rilevare i cambiamenti ischemici o pericardite.
  • In caso di sospetto infarto, vengono esaminate le troponine nel siero del sangue.
  • Un ecocardiogramma rivela aree colpite da un attacco cardiaco, la presenza di liquido nel pericardio nel caso di pericardite o prolasso della valvola mitrale.
  • Una radiografia del torace elimina il pneumotorace o la polmonite.
  • In esofagoscopia vengono rilevati i cambiamenti catarrali e l'erosione dell'esofago, così come la presenza di un'ernia.

Pertanto, nella prima fase della diagnostica, vengono valutati i segni vitali del paziente - respiro, polso e coscienza. Lo scopo del secondo stadio è quello di eliminare le cause acute del dolore al petto associato a pericolo per la vita del paziente. Questi sono fattori di rischio per malattia coronarica, sindrome coronarica acuta, tamponamento pericardico, pneumotorace. La terza fase viene eseguita dopo l'esclusione della minaccia alla vita con l'obiettivo di formulare una diagnosi e prescrivere un trattamento appropriato.

Metodi di trattamento

Dalle precedenti cause e sintomi del dolore toracico, è chiaro che alleviare rapidamente il dolore in tali situazioni è impossibile ed è estremamente controindicato farlo da soli. Tutti gli interventi terapeutici devono essere eseguiti dopo che la diagnosi è stata effettuata da specialisti qualificati.

Va ricordato che questi sintomi possono essere associati a condizioni mortali, e anche un leggero dolore occasionale è spesso la causa di gravi complicazioni.

Qualsiasi dolore toracico, specialmente se ricorre, richiede un pronto intervento medico al fine di eliminare incipienti insufficienza coronarica e pericolo per la vita. Ti benedica!

Aggiungi un commento